I bronzi di Riace: il restauro li costringe al trasloco

bronzi di riaceLa notizia è ormai di qualche giorno fa ma abbiamo deciso di soffermarci e dedicare un post a questa questione.

Come avete capito il tema è il restauro dei Bronzi di Riace, due capolavori  straordinari esempio dell’arte scultorea ellenica, conservati fino ad ora al Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria.

Fino ad ora, perchè i due fieri guerrieri sono ora costretti al trasloco, lasciando dietro di loro una scia di polemiche.

I Bronzi di Riace saranno portati infatti a Roma per essere sottoposti a un check up e a un intervento d i restauro per garantirne la conservazione.  L’Istituto Centrale per il Restauro si occuperà di questo delicato lavoro che  durera’ per circa 5-6 mesi.

In questo periodo anche il Museo nazionale di Reggio Calabria sara’ sottoposto ad una ristrutturazione, ma nonostante questi interventi per preservare e conservare opere così importanti è scaturita la polemica. A Reggio Calabria, che ha fatto delle due sculture il proprio simbolo, sono sorte manifestazioni di protesta contro il trasferimento delle opere.

Per far capire i toni riportiamo una frse tratta da Reggio Tv : ‘Facciamo una convenzione con le scuole del Nord del nostro Paese per i Bronzi di Riace con il contributo dell Regione Calabria per far venire qui gli studenti del Settentrione, facciamo qualcosa per valorizzare le nostre due statue che sono l’effigie della nostra città e sono stati pure inseriti in un costoso spot televisivo sulla Calabria. E ora i turisti che verranno qui perchè attirati da quella propaganda, cosa vedranno se manderemo a roma i due guerrieri?’

Voi cosa ne pesate? Secondo noi anche in questo caso, come in tanti altri casi già capitati, si confonde (volutamente?) la valorizzazione di un’opera d’arte con il guadagno che questa sa generare. Una cosa è chiara, la conservazione dei Bronzi di Riace è di certo più importante di 6 mesi di flussi turistici della campagna!