Elisabetta Foresti e la sua Bologna

In MontagnolaQuest’oggi presentiamo Elisabetta Foresti, blogger e scultrice innamorata della sua città, Bologna.

Dopo gli studi di stilista di moda e varie attività, negli anni 90 si è avvicinata alla lavorazione della creta, in particolare alla scultura a  “tutto tondo”, creando sculture di personaggi che rappresentano la quotidianetà e altri aspetti di vita legati alla sua città e alla sua terra.

Con felicità diamo quindi il benvenuto anche a lei, dedicandole uno spazio nella nostra galleria d’arte virtuale. Dal ’96 ad oggi ha partecipato con le sue opere a diverse esposizioni ricevendo consensi sia di pubblico che di critica.

Nella scultura di Elisabetta possiamo ritrovare tutto il suo amore per Bologna, tanto che in una recente mostra “Sognare non costa niente”  presso la galleria “Il punto” a Bologna i critici hanno scritto:

Nella rassegna “Sognare non costa niente” si può vedere non tanto la gente di Bologna ma Bologna stessa, della quale Elisabetta è evidentemente innamorata.
Le sue opere sono una testimonianza ed un modo come un altro per fotografare attimi, momenti, frammenti di vita della nostra città. Nel guardare le piccole realtà di Elisabetta si possono intravedere personaggi riconoscibili tra i volti di chi vive o passa per Bologna. Sono il rappresentare del tempo, delle cose che cambiano, delle persone che ci passano accanto. Mi sembra di riconoscere non soltanto le fisionomie, ma addirittura i luoghi in cui esse si trovano.
Sono sculture ma anche dei quadri perché sono immagini che restano impresse nella nostra memoria, non hanno, diciamo così, l’ambiente ma creano l’ambiente.
Tutto questo si può sognare in 20 centimetri di creta

Queste parole esprimono così bene la scultura di Elisabetta, che non possiamo far altro che invitarvi a vedere ed a commentare le sue opere.

Se avete la curiosità di saperne anche di più, questo è il suo blog: http://elifore.blogspot.com/